venerdì 23 giugno 2017

Difensore Civico

Difensore Civico

logo ufficio




Sede: Pistoia, Via Cavour 2

Numero Verde: 800 246 245

 

UFFICIO DI DIFESA CIVICA TERRITORIALE - PROVINCIA DI PISTOIA

SITO UFFICIALE

Difensore civico in carica: Prof. Manuele Bellonzi

E-mail: difensorecivicodifensorecivico (chiocciola) provincia.pistoia.itprovincia.pistoia.it

 

Il difensore civico riceve su appuntamento. 

Per consultare orario e luoghi dei prossimi ricevimenti e prenotare direttamente online da questa pagina.

 


IL DIFENSORE CIVICO

CHI E'?
  • E' incaricato di tutelare i diritti dei cittadini, a garanzia di efficienza, correttezza, imparzialità e buon andamento dei Comuni associati della Valdinievole: Buggiano, Chiesina Uzzanese, Lamporecchio, Larciano, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Pieve a Fievole, Ponte Buggianese e Uzzano
  • Esercita la propria funzione in piena autonomia ed indipendenza, nel solo rispetto delle leggi, degli Statuti e Regolamenti locali
  • E' tenuto a presentare all’organo che lo ha eletto una Relazione annuale sull'attività svolta;
  • L'intervento è gratuito e non occorrono particolari formalità
  • E' il dott. Manuele Bellonzi, la laurea in Giurisprudenza a Pisa, in diritto pubblico, con tesi sull'istituto del difensore civico. Già Difensore civico locale, è ora Assistente di ricerca all'Università Sant'Anna di Pisa dove si occupa di diritto e management sanitario. E' professore a contratto in diversi corsi di laurea in tema di ombudsman, mediazione amministrativa e diritti umani. Ha pubblicato articoli e monografie in tema di storia del diritto, sanità, diritto degli enti locali e volontariato.
CHI NON E'?
  • Non è un avvocato privato
  • Non è un magistrato
  • Non è un pubblico dipendente
  • Non è un politico
COSA PUO' FARE?
  • Il Difensore civico ha il compito di esaminare:
    a) le richieste dei cittadini circa casi di disfunzioni da parte di uno dei Comuni associati, secondo la sua competenza territoriale (si parla di disfunzione quando un Ufficio omette di compiere un atto dovuto, opera in modo irregolare o agisce in maniera illegittima);
    b) le proposte dei cittadini per il miglior andamento del Comune
  • Il Difensore civico interviene - a richiesta oppure di propria iniziativa - in casi di omissioni, ritardi, irregolarità e illegittimità di procedimenti o atti amministrativi posti in essere da Organi, Uffici o servizi dell’Amministrazione del Comune associato
  • Per materie attinenti ad un procedimento della Provincia o della Regione (o di un ente regionale) è competente il rispettivo Difensore civico provinciale e regionale. Il Difensore dei Comuni associati mette in contatto i cittadini richiedenti con il relativo Difensore civico competente per materia e territorio
  • Il Difensore civico fornisce tutte le indicazioni necessarie per entrare in contatto con il Mediatore dell’Unione europea, competente per il diritto comunitario
COSA NON PUO' FARE?
  • Intervenire in rapporti e controversie tra privati (come liti di condominio, diritti dei consumatori)
  • Intervenire presso le Amministrazioni periferiche dello Stato e per i settori difesa, sicurezza pubblica, giustizia
  • Effettuare sopralluoghi e perizie tecniche
  • Rappresentare in giudizio il cittadino
CHI PUO' RICHIEDERE IL SUO INTERVENTO?
  • L’INTERVENTO DEL Difensore civico può essere richiesto da singoli cittadini, comitati, associazioni, persone giuridiche, stranieri o apolidi, residenti, dimoranti nei Comuni associati della Valdinievole
  • La presentazione di ricorsi giurisdizionali o amministrativi normalmente non esclude né limita la facoltà di rivolgersi all'Ufficio del Difensore civico
  • La richiesta al Difensore civico non interrompe termini di prescrizione o di decadenza
COME OPERA?
  • Il Difensore civico ascolta il cittadino e verifica se può intervenire
  • Il Difensore civico, se del caso, chiede, verbalmente o per iscritto, notizie sullo stato delle pratiche sottoposte alla sua attenzione
  • Consulta ed ottiene copia, senza limite del segreto d’Ufficio, di tutti gli atti e documenti relativi all’oggetto del proprio intervento
  • Può convocare il Responsabile della pratica per chiarimenti circa lo stato della stessa allo scopo di ricercare soluzioni
  • Può accedere agli Uffici per i dovuti accertamenti
  • Può proporre innovazioni normative e amministrative
  • Tenta soluzioni amichevoli, inviando solleciti agli Uffici interessati, fornendo indicazioni relativamente a diritti-doveri, vie percorribili, Uffici o enti cui rivolgersi