lunedì 6 aprile 2020

Il Comune Informa

Il Comune Informa

25
Pubblicato il 25 febbraio, 2020 15:44
Google+ Pinterest LinkedIn

La Chiesa di Maria Santissima di Loreto in Chiesanuova Uzzanese riavrà il suo importante portale restaurato; infatti la Venerabile Pia Unione di Chiesanuova, compagnia che gestisce la chiesa, grazie al prezioso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia ha portato a termine il lungo restaurato (quasi due anni di lavoro) dell'antico Portale; per la piccola realtà di Chiesanuova sarebbe stato impossibile affrontare un simile impegno da sola ma grazie alla Fondazione oggi è possibile restituire alla pubblica visione un'opera d'arte apprezzata a livello nazionale.

Si tratta di un'opera del Maestro scultore Amerigo Dorel realizzata nel 1977 che vede sei altorilievi raffiguranti la vita di Gesù e di San Giuseppe, compatrono della chiesa, che raccontano sei passaggi delle loro vite: il Natale, la fuga in Egitto, il ritrovamento al tempio di Gesù, l'ultima cena, la crocifissione e la resurrezione. Il tempo e gli agenti atmosferici avevano deteriorato in modo grave la parte in legno che sorregge le sculture, e il grande peso degli altorilievi aveva compromesso la stabilità della struttura. Oggi con gli interventi fatti il Portale è il assoluta sicurezza e restituito alla bellezza originaria.

Unico portale realizzato dal Maestro Dorel e oggetto di una apprezzatissima critica da parte del celebre critico d'arte Vittorio Sgarbi che ha parlato delle sculture della Porta in un suo libro proprio come esempio della sua arte e dovendo descrivere il lavoro del maestro.

Il prossimo 1 Marzo 2020 alle ore 16,00 S.E.Mons. Roberto Filippini Vescovo di Pescia, inaugurerà i lavori e celebrerà la Santa Messa alla presenza dei vertici della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, del Consiglio della Pia Unione Unione di Chiesanuova guidato dal Presidente Valeriano Ciampi e del Sindaco di Chiesina Uzzanese Fabio Berti, e di tutta la comunità di Chiesanuova.

BIOGRAFIA AMERIGO DOREL

É nato in Veneto e cresciuto a Chieri, in Piemonte. Vive e lavora a Quarrata, in provincia di Pistoia. Ha esposto in Italia e all’estero. In Francia ha allestito mostre personali a Parigi e Nizza; in Canada a Montréal al Palazzo della Cultura, e a Toronto al Columbus Center; ha preso parte alla Fiera Internazionale di Gent in Belgio. In Italia ha esposto alla Galleria Civica di Chieri, a Montecatini Terme, a Livorno, a Sanremo, al Museo di Ventimiglia, al Palazzo del Comune di Barga (Lucca), a Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Firenze), nella Basilica di San Domenico a Siena. Ha partecipato alle fiere d’arte di Padova, Parma e Reggio Emilia; e ad Expo 2015 di Milano.

Amerigo Dorel ha inoltre realizzato numerosi monumenti, tra questi ricordiamo il monumento al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa in piazza del Municipio a Chieri, e sempre a Chieri il Monumento ai Donatori di Sangue, il monumento ai Bersaglieri ai giardini Lamarmora di Rivoli (Torino), il monumento Alla Libertà di piazza del Popolo a Montecatini Terme (PT), monumento per le Forze Armate per una caserma

di Firenze, monumento La Forza della Cooperazione per la Banca di Credito Cooperativo di Quarrata (Pistoia), il monumento a Salvo D’Acquisto in marmo e bronzo a Casalguidi (PT).
Per la chiesa di Maria Santissima di Loreto in Chiesanuova oltre al portale con gli altorilievi della vita di Gesù Cristo e San Giuseppe (1977) ha realizzato anche il monumento Alle Vittime delle guerre e ai Martiri della fede (2011), la Via Crucis (2018) e il Timpano dello Spirito Santo (2019).

Altre sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private.

DAL LIBRO “I GIUDIZI DI SGARBI”

“La Scultura in bronzo di Amerigo Dorel presenta risultati espressivi di grande compostezza, senza per questo nulla togliere alla qualità emozionale che li caratterizza, e che può essere fatta risalire alla lezione ben assorbita dai maestri del Novecento che lo hanno preceduto. Grazie a queste indubbie qualità estetiche, Dorel imprime su ogni suo lavoro il segno della luce, intrecciando un dialogo intenso che parte dalle superfici più lisce e arrotondate per trovare risposte e connessioni sulle parti opache, e in cui il cromatismo naturale della materia alterna le tonalità del verde spento o del grigio con i toni bruniti o dorati che emanano la naturalezza dei raggi solari. Ogni figura, che sia umana o di un cavallo imbizzarrito, e quindi offerta come elemento emergente di una struttura più complessa, dove le contrapposizioni volumetriche e cromatiche accompagnano lo sguardo a cercare la definizione d’insieme della composizione, ben oltre il suo significato espressivo. Questa ricerca plastica e evidentemente il risultato composito di un temperamento in cui si agitano influenze diverse, ma tutt’altro che contraddittorie, dove persiste sia un vigoroso naturalismo che quel certo gusto simbolista collocabile nell’ambito della cultura inglese dell’inizio del secolo scorso. In ogni suo lavoro c’è comunque una sorta di meditazione tormentosa alla ricerca di nuove soluzioni, che talvolta si impongono come risposta a committenze del tutto particolari. Si veda a questo proposito il Portale della Chiesa di Chiesanuova di Chiesina Uzzanese, dove una serie di altorilievi, che si rifanno esplicitamente alla lezione rinascimentale, rivelano una capacita di contemplazione del sacro del tutto inedita. “

Vittorio Sgarbi


Link Giornalino
  • Inaugurazione del Portale restaurato - Chiesa di Maria Santissima di Loreto in Chiesanuova Uzzanese
Pubblicato nella categoria: Eventi
Azioni: E-mail | Permalink |